ANTEPRIMA
DELLA PUNTATA
DEL 4 GIUGNO 2024

Angelo Guglielmi

“WONDERLAND” RACCONTA IL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO 2024

<<Oggi andiamo verso l’abbandono di certi terreni d’indagine da parte dello Stato, come le intercettazioni. Dato che le intercettazioni sono fondamentali, sarà il mondo privato a occuparsene; c’è, quindi, una sorta di privatizzazione tra guerra, spionaggio, sicurezza, anche se tutto questo mette in crisi il concetto stesso di democrazia>>.

Un ex commissario di polizia ai vertici di un’agenzia di security è protagonista di Trudy, il nuovo romanzo di Massimo Carlotto presentato al Salone Internazionale del libro di Torino, dove “Wonderland” lo ha intervistato sui temi al centro della sua ultima opera. Ma sono numerosi gli ospiti del Salone del Libro che hanno lasciato la loro testimonianza ai microfoni del magazine di Rai Cultura nella puntata in onda martedì 4 giugno alle 22.55 su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre).

Tra fiumi di visitatori, una moltitudine di eventi e presentazioni che hanno riempito i padiglioni del Lingotto, la XXXVI edizione del Salone del Libro di Torino ha eletto a leitmotiv il tema Vita immaginaria. A tal proposito, “Wonderland” non poteva esimersi dal visitare lo stand del MUFANT, il MuseoLab del Fantastico e della Fantascienza di Torino, che quest’anno ha celebrato uno dei torinesi più illustri, Primo Levi, che nel racconto fantascientifico Il versificatore, pubblicato nel 1966, ipotizzò una “macchina elettronica” per scrivere poesie, anticipando l’attuale intelligenza artificiale. Un “versificatore” è stato ricostruito utilizzando come modello la macchina realizzata dagli scenografi della Rai nella versione televisiva del 1971, per la serie “Racconti fantastici” e della singolare iniziativa ha parlato ai microfoni del programma il direttore del MuFant Davide Monopoli, il semiologo Paolo Bertetti e lo scultore e pittore Massimiliano Gissi.

Il Salone del Libro ha ospitato uno dei più apprezzati scrittori hard boiled al mondo, Don Winslow, che ha presentato “Città in rovine”, l’ultimo capitolo della trilogia su Danny Ryan, ex scaricatore di porto e criminale part time e “Wonderland” ha intervistato l’autore. Dal crime internazionale contemporaneo al western italiano di Daniele Pasquini con il romanzo “Selvaggio Ovest”, fino alle molte sfumature dell’horror nell’antologia dal bizzarro titolo “Il culo di Beyoncé e altre storie di mostri, corpi e paure” di Andrea Bellavita, passando anche per il teatro dell’assurdo di Luca Ruocco e Ivan Talarico che hanno messo su carta il loro trittico teatrale di “disperazione comica” con Niente di nuovo sotto il suolo.

Non sono immaginarie ma potrebbero sembrarlo le vite di una serie di personaggi celebri, tra truffatori, ladri, antieroi e gangster, tutti made in Italy, raccontati dal giornalista e podcaster Marco Maisano che “Wonderland” ha incontrato alla kermesse torinese per conversare sul nuovo podcast dedicato alle Bestie di Satana, autori negli anni ’90 di efferati delitti in provincia di Varese.

 

Ma per cominciare, Wonderland dedica la copertina CULT della settimana a “Sconfinamenti – La nona arte in mostra”, rassegna a cura del Dipartimento Comics di Capitolium Art Gallery che si terrà a Roma tra il 5 e l’8 giugno negli spazi di via delle Mantellate. L’obiettivo è di esplorare il rapporto tra il fumetto, l’illustrazione, il comic e le loro contaminazioni con le altre forme d’arte. Una non stop di incontri, proiezioni, performance e concerti che comprenderà illustri ospiti come Enrique Breccia, Lamberto Pignotti e Stefano Disegni.